image
09-11-2019

Relitto "Atlantic Princess"

Bayahíbe (Rep. Dominicana)

Poche centinaia di metri dividono le coste di Bayahíbe dal relitto dell’Atlantic Princess, battello per il trasporto di persone lungo 73 metri.
Vista la sua semplicità (punto più basso a soli 12 metri), l’immersione è consentita dunque ai possessori di brevetto di abilitazione alle immersioni con autorespiratore di primo grado o brevetto superiore o agli apneisti.
Il ponte del relitto, ampio, spazioso e ben illuminato, si lascia visitare facilmente, senza senso di oppressione o di claustrofobia.
Tutte le aree visitabili sono di facile accesso e prive di particolari pericoli.
Troviamo un contenitore con delle bottiglie di vino che ci consentono di scherzare per qualche minuto e scattare delle originali fotografie.
Se ci fermiamo e ci guardiamo intorno, noteremo che il relitto sembra immerso in un giardino incantato; una miriade di spugne, coralli e alghe colorate ci trasporta immediatamente nelle pagine di una fiaba purtroppo interrotta bruscamente dal manometro che ci segnala che stiamo arrivando alla riserva.

dettagli tecnici

Località immersione: Bayahíbe (Rep. Dominicana)
Attrattività immersione: Relitto – Battello da crociera
Dimensione attrazione: 43 metri
Difficoltà attrazione: Facile   
Profondita minima immersione: 5 metri
Profondita massima immersione: 12 metri
Ambiente immersione: Fondale: prevalentemente sabbioso
Flora: alghe fotofile, coralli,spugne
Fauna: cernie, murene, barracuda, sgombri, crostacei, molluschi, pesci farfalla, lionfish, nudibranchi, lumache di mare, granchi ragno, razze, pesci sergente, carangidi
Visibilità immersione (consueta): Buona
Corrente in immersione (consueta): Scarsa/Nessuna
Profilo d'immersione: Quadra
Temperatura minima: 23 gradi
Temperatura massima: 30 gradi
Distanza dalla costa: minima
Tempi di navigazione: brevi

LA STORIA
L’Atlantic Princess, piccola nave da crociera, viene costruita in Germania nei cantieri VEB Schiffswerft Edgar Andre nel 1961, lunga 73 metri e contenente 305 persone, veniva usata per il turismo della costa Dominicana.
Dopo 47 anni di puntuale servizio venne destinata all’affondamento volontario per creare un reef artificiale.
Purtroppo per le consuete problematiche burocratiche il battello rimase bloccato alla fonda, fino all’arrivo dell’uragano “Fay” che, con le sue imponenti onde, spiaggiò l’Atlantic Princess di fronte al Dreams Resort de La Romana (15 Agosto 2008). 
Ormai stremata dal protrarsi della faida burocratica, la nave, si inabissò spontaneamente il 6 Maggio 2009 restando incagliata a 12 metri di profondità.