image
04-07-2021

Scoglio della nave

Scoglio della nave - Isola d'Elba (Italia)

Un'altra bella immersione dell'Isola d'Elba è lo Scoglio “la nave” (conosciuto dai più come “Scoglio della Nave”). E' in pratica un grosso e suggestivo faraglione che ricorda vagamente una nave e si trova pochi metri a largo di Capo Enfola.
L'immersione inizia lungo la catena dell'ancora scendendo subito sui 20-25 metri di profondità. Troviamo ad attenderci gorgonie gialle e margherite di mare (Parazoanthus).
Diverse spaccature ospitano scorfani, cernie, murene, gronghi, gamberetti Stenopus spinosus con le loro lunghe antenne, pesci cardinale (Apogon imberbis), aragoste e gli occhi più attendi di osservatori subacquei più pazienti e curiosi potranno scovare anche alcuni polpi abilmente nascosti e mimetizzati.
Ci spingiamo verso il mare aperto seguendo una parete che dai 20 metri precipità in verticale fino ai 40 metri. Basta guardare il blu per notare grosso passaggio di pesce pelagico (saraghi, alcuni barracuda e se si ha fortuna e buon occhio anche qualche tonno di passaggio). Lungo la cigliata troviamo aragoste, mustelle, scorfani di dimensioni grosse e talvolta si avvista anche il pesce San Pietro.
Spostandoci leggermente al largo sulla sabbia si incontrano i resti di un carrello portamine risalente alla seconda guerra mondiale.
Talvolta con un po' di fortuna si trovano pesci ago e cavallucci marini.
Risalendo godiamo di piccole pause che ci consentono di ammirare spirografi e nudibranchi.
L’immersione non particolarmente complicata è consentita ai possessori di brevetto di abilitazione alle immersioni con autorespiratore di primo grado o brevetto superiore o agli apneisti.

dettagli tecnici

Località immersione: Scoglio della nave - Isola d'Elba (Italia)
Attrattività immersione: Parete – interesse naturalistico e fotografico
Dimensione attrazione: Non estesa
Difficoltà attrazione: Media   
Profondita minima immersione: 20 metri
Profondita massima immersione: 45 metri
Ambiente immersione: Fondale: roccia, sabbia
Flora: posidonia, corallo, spugne, spirografi, parazoanthus (margherita di mare), gorgonie gialle
Fauna: gronghi, murene, meduse, scorfani, gamberetti Stenopus spinosus con le loro lunghe antenne, pesci cardinale (Apogon imberbis), paguri bernardo, nudibranchi, salpe, castagnole, barracuda, pesci San Pietro, pesci ago, tonnetti
Visibilità immersione (consueta): Buona
Corrente in immersione (consueta): Moderata
Profilo d'immersione: Quadra
Temperatura minima: 13 gradi da gennaio a marzo
Temperatura massima: 25 gradi da luglio a settembre
Distanza dalla costa: Minima
Tempi di navigazione: Assenti